Text/HTML

La chiesa di San Giuseppe


    


Il titolo della chiesa non era San Giuseppe come oggi, ma Santa Maria.
Il nome venne cambiato nel 1600.
La chiesa aveva due altari, una sepoltura per i poveri che morivano all’ospedale, e sull’altare di San Giuseppe, detto pure “del Presepio”, si venerava una statua della Madonna.
Le pareti della chiesa avevano affreschi che sono stati rovinati dal tempo.
Nel 1761 si compirono ampi restauri, tanto che tutto era pronto nel 1769.
La navata ed il presbiterio furono ricoperti dalla volta, furono edificati gli altari di stucco che vediamo ancora oggi, e si edificò anche un terzo altare.
Venne ristrutturata ancora una volta nel 1995 dal comune di Sigillo, il CEDRAV e la Soprintendenza ai Monumenti.
Oggi, anche se non sconsacrata è diventata una sala convegni dell’amministrazione comunale.