Text/HTML

La chiesa di Sant’Agostino

 


La chiesa ha una bella facciata con mattoni e pietra bianca. L’interno è di stile ‘700 con una sola navata, e abside che sovrasta l’altare.

Nelle pareti, in apposite nicchie ci sono le statue dei grandi santi Agostiniani.
Sopra la porta si trova l’organo, opera di Sebastiano Vici di Montecarotto.

 



Magnifici sono i confessionali di stile classico.
I quattro altari sono dedicati al Crocifisso, a Sant’Antonio Abate, a San Nicola da Tolentino e alla Madonna del Buon Consiglio.
Nell’abside si può ammirare l’Annunciazione di Ippolito Borghesi da Sigillo.



Il campanile e la chiesa sono opera dell’architetto svizzero Giacomo Cantoni, sono state costruite alla fine del 1700 sulle rovine dell’antica Chiesa di Santa Caterina d’Alessandria.

La chiesa fino al 1860 apparteneva agli Eremitani di Sant’Agostino, con annesso convento.
Il campanile, costruito nel 1802, ha quattro campane.